Gastronomia

Famose le produzioni di vari tipi di Torrone e di biscotti, nonché di frutta secca come le famose “Castagne del prete” e le nocciole “Andrite”.
Rimanendo nel novero delle specialità gastronomiche e delle produzioni tipiche non si possono non ricordare i famosi prodotti erboristici, soprattutto i liquori dei Padri Benedettini di Montevergine.
Chi volesse , poi, degustare una delle specialità del Parco, non dovrà che provare i diversi prodotti del forno, a cominciare dall’ottimo pane, prodotto ancora da qualche massaia del luogo e cotto negli antichi forni in materiale refrattario.
Molto buoni anche le diverse paste lavorate a mano come orecchiette, gnocchi, fusilli, cicatelli, diversamente prodotti e conditi con sughi a base di carne.
Anche le verdure trovano un posto di primo piano nelle gastronomia locale.
Broccoli, rape, cavolfiori sono cucinati in decine di modi ed accompagnati da carne cotta nelle pignatte, soprattutto delle parti povere del maiale, o da impasti di farina di granoturco prodotti localmente.
Questi piatti sono poi innaffiati da ottimi vini prodotti localmente, tra cui è d’obbligo annoverare uno dei D.OC.G. della Campania ossia il Fiano di Avellino.

I Prodotti Tipici

Torrone
Funghi, tartufi e prodotti del sottobosco
Castagne
Nocciole
Insaccati, salumi
Prodotti lattiero-caseari
Vino, liquori e distillati
Frutta, ortaggi, cereali e trasformati
Miele
Pane, prodotti da forno e paste alimentari

Artigianato

Storicamente l’Artigianato, nei territori del Partenio, si è sviluppato intorno alle maggiori attività lavorative. Per questo i diversi prodotti artigianali sono legati a quella civiltà Contadina, nata dalla tradizione agricola locale che ha garantito la conservazione di una cultura e di una tradizione genuine. L’attività prevalentemente diffusa è quella della lavorazione del legno. Tale lavorazione è diversamente diffusa, soprattutto perché legata all’edilizia ed all’arredamento. Resiste ancora, soprattutto a sud del Partenio, la lavorazione delle botti per la conservazione del vino. Anche la lavorazione artigianale del ferro è alquanto diffusa. Una tradizione ancora fiorente, anche perché incontra i favori del mercato, è quella della produzione di cesti e contenitori in giunchi o in scorza di castagno. Tra le forme di artigianato artistico più antiche troviamo ancora il ricamo a mano per la produzione di pizzi, merletti, coperte, capi di abbigliamento. La lavorazione più interessante del settore è quella realizzata al Tombolo. Si tratta di un singolare strumento consistente in una sorte di base cilindrica sulla quale, con l’ausilio di spillini e guide in legno si intrecciano i fili di cotone per realizzare diversi tipi di creazioni.

L’Artigianato Locale

Oggettistica tipica in legno
Oggettistica in ceramica e terracotta
Oggetti e arredi in materiale da intreccio
Prodotti manifatturieri tipici realizzati in ferro battuto ed altri materiali metallici (rame, bronzo, etc.)
Prodotti manifatturieri da filati (merletti, trine, pizzi e ricami, etc.)