COMUNE DI ROTONDI

Rotondi

Comune della provincia di Avellino, è ubicato nella Valle Caudina, alle falde settentrionali del Partenio, in una verdissima valle denominata Pizzo Falcone e dai suoi estesi boschi di castagneti e faggeti. Si sviluppa a 274 metri s.l.m..le origini del paese, con ogni probabilità, sono di epoca medioevali, benché sia sorto nello stesso luogo dove si traccia l’esistenza di un piccolo drappello romano. Certo è che Rotondi si sviluppo lungo una strada parallela alla via Appia, voluta dai Romani dopo le vittorie riportate sui Sanniti nel 321 a.C.. il territorio di Rotondi fece parte della città di Caudium: i ritrovamenti di reperti archeologici in località Curielli, Santo Stefano e Cavone testimoniano l’esistenza di insediamenti rurali di origine sannito-romana. Nel 1050, Rotondi fu annesso al Regno di Napoli e dal 1245 al 1400 fu governato dalla famiglia De Rotundis. La nobile casata abitava in un castello che oggi è facile da localizzare in un grande edificio di forma rettangolare contiguo alla Piazza Vittorio Emanuele e attorno al quale si sviluppò il piccolo centro che in origine era costituito dall’agglomerato di case abitate dai contadini al servizio dei signori De Rotundis. In seguito passò nelle mani di altre famiglie nobili tra le quali si ricordano i Della Leonessa, i Carafa e i Caracciolo.