Museo Abbazziale di Montevergine

Il Museo dell' Abbazia di Montevergine ha una storia lunga . Già nel 1764 il colto abate Matteo Jacuzio, raccoglieva e disponeva, in un corridoio sito presso la portineria e il cosiddetto «Chiostro dei Corvi», un certo numero di marmi, in prevalenza di età classica o medioevale, corredandone la sistemazione con un'epigrafe che ne celebrava il recupero. Il compito si Jacuzio, dunque, fu quello di trasformare depositi già seicenteschi delle antiche 'memorie' dell' abbazia e delle sue preesistenze classiche rinvenute sul Monte e nel territorio circostante in un vero e proprio museo lapidario.


Sculture e commessi marmorei
Dipinti
Oreficerie
Gioielli
Paramenti sacri
Pergamene
Codici miniati
Libri a stampa