Santuario Madonna della Stella - Rotondi

Il Santuario di Maria Santissima della Stella è situato alle falde del Partenio, a 500 metri di altezza. Immerso nel verde dei boschi di castagno, in una posizione di faro sulla valle circostante, la chiesa appare come un punto bianco luminoso. Le prime noti zie circa la presenza di una cappella in onore della Madonna della Stella, si ritrovano nei documenti che riferiscono della visita pastorale dell’Arcivescovo di Benevento Massimiliano De Palumbaria. La struttura primitiva, come si legge nei documenti , si componeva di una Cappellina con il soffitto in legno, il pavimento lastricato e le mura coperte da umidità e fenditure. Il portale d’ingresso era rivolto verso la montagna, a lato dell’altare e della nicchia che accoglieva la statua della Madonna. Inseguito, grazie all’off erta da parte di Michelangelo Leggieri, in occasione della visita al Santuario dell’Arcivescovo Orsini, furono effettuati i primi lavori di ristrutturazione, terminati nel 1705. Nella prima metà del XVIII secolo, furono attuati una serie di interventi sulla struttura interna della chiesa, con la ristrutturazione della “Grotta”, ovvero delle “Celle degli eremiti ”. Fu, inoltre, realizzata una loggia scoperta, dove venne aperta l’attuale porta d’ingresso che guardava verso la valle, con la chiusura di quella originaria rivolta verso la montagna. Tra il 1885 ed il 1888, vennero consolidate le fondamenta del Santuario, e le dimensioni furono ampliate estendendo le mura per circa sei palmi sulla loggia. L’antico altare fu portato verso il centro dell’edificio ed il Trono della Madonna, posto a ridosso delle pareti , appoggiato alle mura. L’odierno aspetto del Santuario risale al 1905, quando vennero sistemati i contrafforti in pietra bianca e la facciata, con l’aggiunta del Campanile dotato di una campana di oltre due quintali e mezzo. Tra il 1955 ed il 1965, dietro al Santuario, vennero realizzate alcune strutture deputate ad accogliere eremiti e fedeli e venne realizzata la Casa della Madonna. Di parti colare pregio sono i resti dell’antica statua della Madonna della Stella. Si tratta di una immagine di stile bizantino del IX-XI secolo che si presenta oggi a mezzo busto, mentre in origine era intera, ed ha sulla spalla la testa di un bambino che prima sorreggeva in grembo. I primi documenti del santuario la indicano presente alla fine del 1400 in Rotondi, però, non essendo pensabile un suo trasferimento in Rotondi in questa data, bisogna convenire che il più antico documento sul Santuario della Madonna della Stella è proprio questa immagine, per cui prima dell’anno mille, e forse molti secoli prima, oscuri eremiti avevano voluto santificare il Partenio con un santuario dedicato alla Vergine della Stella. Nel 1705 il Cardinale V.M. Orsini, arcivescovo di Benevento, volle donare al Santuario una nuova statua in segno di devozione.